A.N.S.P.I.

Sei qui: Home Associazione 50 anni ANSPI Presentazione dei manuali della comunicazione, del teatro, cinema e della musica

Home

Presentazione dei manuali della comunicazione, del teatro, cinema e della musica

2 Febbraio2 Febbraio


 

MUSICA, TEATRO E SOCIAL NETWORK:

ECCO L'ORATORIO DAI MILLE LINGUAGGI


Un animatore d'oratorio che sia anche educatore; nel contempo, un educatore che sappia suscitare l'entusiasmo dei giovani. Si è dipanato su questa duplice valenza il saluto del vescovo di Novara, Franco Giulio Brambilla, ai delegati e ai ragazzi che hanno partecipato alla giornta di festa organizzata dall'Anspi nella città di San Gaudenzio.

L'appuntamento, svoltosi nel Seminario, ha radunato oltre 200 persone provenienti da varie regioni, con presenza più consistenti da Emilia Romagna, Puglia e Campania. Si è trattato della quarta tappa in vista dell'evento di Roma, il 25 e il 26 maggio, quando l'Anspi festeggerà il cinquantenario di fondazione.
Brambilla ha descritto la grande tradizione ambrosiana dell'oratorio, in particolare, ha raccontato che quando il cardinale Idelfonso Schuster, nel dopoguerra, visitava le strutture e sospirava che c'era più erba che ragazzi: a significare l'incentivo costante della Chiesa verso quello che è l'anello di congiunzione tra famiglia e parrocchia.
Tornando alla giornata, incentrata su alcuni linguaggi dell'oratorio, ossia cinema, teatro, musica e social network, hanno riscosso sucesso i laboratori organizzati per i ragazzi. A condurli, Alessandro Milan, voce di Radio 24, con Ugo Ponzio, di Radio Azzurra (Novara); don Paolo Padrini, creatore dell'app iBreviary; Sandra Luzzani, art director di De Agostini libri; Daniele Rudoni, fumettista, collaboratore di Marvell e altre realtà editoriali; Doriana Marin, consigliere nazionale Anspi e docente di conservatorio.
Nella fase introduttiva, dopo il saluto del presidente nazionale, don Vito Campanelli, i protagonisti erano stati intervistati da Milan a ritmi radiofonici. Ed è stato il consigliere nazionale, don Gian Mario Lanfranchini, a spiegare che la proposta dell'oratorio dev'essere rivolta all'integralità della persona, in un movimento di accoglienza verso tutte le istanze di vita buona, secondo l'auspicio dei vescovi italiani per il decennio.

Stefano Di Battista






Novara, 2 Febbraio 2013


Comunicazione, cinema, teatro e musica: una giornata dedicata a tali metodi espressivi, quella che il 2 febbraio si terrà al seminario vescovile di Novara. Organizzata da Anspi (Associazione nazionale san Paolo Italia, di cui è presidente il barese don Vito Campanelli), metterà a confronto linguaggi e tecniche col metodo dei workshop, laboratori in cui il pubblico si rende parte attiva. L’iniziativa rientra fra quelle messe in cantiere per la celebrazione del cinquantenario associativo, essendo Anspi stata fondata nel 1963, dietro sostegno e consiglio di Paolo VI, per provvedere alle esigenze di gestione degli oratori italiani: un sodalizio che si occupa degli aspetti ecclesiali e civili, nella consapevolezza che la crescita della persona vada accompagnata a tutto tondo, senza trascurare alcun ambito d’interesse.

Ecco quindi spiegato perché, a partire dalle 15, i partecipanti potranno ‘frequentare’ sessioni dedicate al fumetto, condotte da Daniele Rudoni, collaboratore delle maggiori realtà editoriali di settore, che di recente si è occupato della colorazione delle tavole di Dylan Dog pubblicate dal Corriere della Sera; oppure quelle sui mezzi di comunicazione digitale, tenute da don Paolo Padrini, responsabile del progetto Pope2You, attraverso cui è stato realizzato il profilo Facebook di Benedetto XVI; o, ancora, il workshop sulla comunicazione radiofonica, che sarà condotto da Alessandro Milan, voce di Radio 24, in collaborazione con l’emittente novarese Radio Azzurra. Nel corso del pomeriggio saranno anche presentati i manuali pubblicati da Anspi, che si occupano di tutte queste discipline, mettendo a disposizione degli animatori e educatori una massa inedita di nozioni e dati. Alla sera, infine, lo spettacolo ‘San Giovanni fa veder gl’inganni’, tratto da un’antica leggenda reggiana, sarà occasione per una raccolta di fondi da destinare alle popolazioni del Mantovano e dell’Emilia colpite dal terremoto del 20 maggio scorso.

 

La scelta di Novara non è casuale, trattandosi della diocesi italiana in cui Anspi vanta il maggior numero di tesserati: ben 21.519, un numero raggiunto grazie alla proselitismo che, una quarantina d’anni fa, compì don Mario Fra (1920-2002), figura storica dell’associazione, dal quale ha raccolto il testimone l’attuale presidente zonale, don Brunello Floriani; è inoltre novarese il delegato nazionale alla comunicazione, don Gian Mario Lanfranchini.

I testi di tutti i manuali presentati sono consultabili anche tramite questo sito nella sezione Pubblicazioni.


Articoli Correlati

Online

Abbiamo 395 visitatori e nessun utente online

Statistiche dal 2013

Utenti registrati
1140
Articoli
379
Web Links
26
Visite agli articoli
10099582
Sei qui: Home Associazione 50 anni ANSPI Presentazione dei manuali della comunicazione, del teatro, cinema e della musica