A.N.S.P.I.

Servizio Civile - I progetti

PROGETTI di SCN

Servizio civileCondizione indispensabile per poter disporre dei volontari di SCN presso le sedi di attuazione è quella di preparare e poi quindi di presentare idonei e qualificati progetti che l'UNSC esamina ed approva secondo una graduatoria inerente criteri di qualità e rilevanza degli stessi progetti.


La normativa sui Progetti


La Redazione dei Progetti

I progetti devono essere redatti secondo la scheda predisposta dal prontuario ministeriale. E' responsabilità di ogni sede di attuazione ANSPI curarne l'elaborazione ed inviarli, in tempo utile e completi degli allegati (curriculum degli OLP e del personale incaricato alla formazione specifica, accordi per il riconoscimento dei tirocini e delle conoscenze acquisibili e quelli relativi agli eventuali partners e copromotori dei progetti), alla segreteria nazionale dell'ANSPI che attraverso il proprio progettista li esamina, li controlla ed eventualmente li completa.


La Struttura dei Progetti

I progetti si articolano in tre grandi parti.

  • La prima, che è quella più analitica, riguarda le Caratteristiche del Progetto dove bisogna descrivere: il contesto territoriale e/o settoriale entro il quale si realizza il progetto con riferimento a situazioni definite rappresentate mediante indicatori misurabili; gli obiettivi del progetto; la tipologia dell'intervento che definisca dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo le modalità di impiego delle risorse umane con particolare riferimento al ruolo dei volontari in servizio civile.
  • La seconda è quella delle Caratteristiche Organizzative dove si devono precisare le eventuali attività di promozione e sensibilizzazione da fare in loco, le risorse economiche aggiuntive che la sede di attuazione vuole destinare, eventuali copromotori e partners del progetto con la specifica del ruolo concreto rivestito dagli stessi all'interno del progetto nonchè le risorse tecniche e strumentali necessarie per l'attuazione del progetto.
  • La terza riguarda infine le Conoscenze Acquisibili. Con accordi locali con l'Università o Istituti che rilasciano la certificazione valida ai fini del curriculum, la sede di attuazione può far ottenere ai volontari durante lo svolgimento del SCN il riconoscimento di tirocini e/o crediti formativi. La formazione dei volontari invece, secondo le disposizioni ministeriali, si articola in due diverse tipologie: quella generale e quella specifica. La prima viene attuata attraverso i formatori ANSPI già accreditati in un corso residenziale nazionale con un minimo di 30 ore, la seconda presso le rispettive sedi di attuazione per un minimo di 50 ore con formatori locali i cui curriculum vengono allegati al progetto.

La Presentazione dei Progetti

I tempi - Periodicamente l'Ufficio Nazionale per il Servizio Civile stabilisce e comunica le scadenze per la presentazione dei progetti comunicandole attraverso il proprio sito internet www.serviziocivile.it.

Le modalità - Solo l'ANSPI nazionale, in quanto scritta all'albo nazionale degli enti per il servizio civile, può presentare i progetti la cui scheda viene controfirmata dal progettista e dal legale rappresentante o dal responsabile nazionale del servizio civile indicati in sede di accreditamento. I progetti sono presentati quindi a cura della segreteria nazionale sia su supporto cartaceo con i relativi allegati che con il format prescritto per l'invio via Internet.

I limiti - I progetti possono essere presentati solo per le sedi di attuazione già accreditate. Nessun onere economico può essere posto a carico dei volontari.


L'Approvazione dei Progetti

L'esame e la valutazione dei progetti - L'UNSC attraverso il proprio personale procede all'esame della documentazione escludendo quelli contenenti gravi anomalie o irregolarità ed approva quelli che rientrano nelle finalità previste dalla legge n. 64 sul servizio civile nazionale.

La selezione - Successivamente all'esame ed alla valutazione i progetti rimasti sono posti a confronto rispetto ad una scala che ne valuti la qualità lungo una scala parametrata coi criteri precedentemente stabiliti dall'Ufficio stesso. Ad ogni progetto viene quindi attribuito un punteggio.

I progetti vengono inseriti nel bando secondo un ordine decrescente rispetto al punteggio ottenuto ed in rapporto alle risorse economiche disponibili per l'anno in considerazione.