A.N.S.P.I.

Sei qui: Home Enti di Servizio Musica

Musica

Il nuovo inno Anspi

Dopo un'intensa fase di lavoro e di studio, è pronto e scaricabile il nuovo inno della nostra Associazione. Nato in occasione delle celebrazioni del 50° di fondazione dell'Anspi, anche questo componimento poetico e musicale – del resto in linea proprio con la funzione dell'inno in ogni tradizione e cultura - intende proporre e raccontare l'identità e gli ideali della nostra Associazione, consentendo a tutti gli oratori e circoli di disporre di uno strumento che, con linguaggio accattivante, ne riveli la missione.

Inno AnspiCosì come in ogni manifestazione Anspi sono presenti le bandiere dell'Associazione, allo stesso modo ci auguriamo che anche l'inno venga utilizzato per far sì che sia dichiarato a tutti cosa c'è dietro questo sventolante marchio, rendendoci più riconoscibili in ciò che siamo e per ciò che ci unisce.

Proprio per queste ragioni, abbiamo fatto in modo di fornire più versioni scaricabili dell'inno, così che ogni oratorio, circolo o gruppo possa usare quello che meglio si adatta alle sue esigenze.

Il testo di Piero Nestola è stato musicato da Davide Bizzarri, che ha elaborato anche tutte le versioni che qui vengono riportate.





Leggi tutto: Il nuovo inno Anspi

Musical interregionale

UN GRANDE MUSICAL PER EDUCARE E DIVERTIRE

Come tutti i linguaggi, anche quello musicale è uno strumento di comunicazione e, perciò, di relazione con sé e con gli altri.
Trattandosi inoltre di un linguaggio artistico, come altri ad esso simili (quello pittorico, ad esempio), consente di andare oltre una comunicazione didascalica, suscitando emozioni e presentando suggestioni che mettono in moto tutte le risorse della persona:

  • la ragione,
  • l'istinto,
  • il grande campo delle emozioni, che sono fondamento della comunicazione più profonda tra le persone.

Proprio per questo la musica risulta essere un formidabile strumento educativo:

  1. educa alla ragione e al governo dell'istinto,
  2. educa alla relazione con sé e con gli altri,
  3. educa al controllo delle emozioni.

Queste brevissime considerazioni, unitamente alle esperienze che le comprovano, motivano l'opportunità di inserire negli Oratori la pratica musicale, concepita appunto come strumento educativo, di aggregazione, di relazione soprattutto fra giovani che “messaggiano” molto con i telefonini e comunicano poco (o comunicano a monosillabi, a frammenti) e, infine, come veicolo di attrazione e mobilitazione delle famiglie su percorsi educativi meno frequentati e conosciuti di altri, ma non meno validi.

Per questo, unendo al linguaggio musicale anche quello teatrale e corporeo, l'ANSPI nazionale ha realizzato un “Musical sulla figura di S. Paolo", figura alla quale la nostra associazione si ispira, come il nostro nome ci ricorda continuamente.




Musica

CEntro Studi Musicali Anspi (CE.S.M.A.)

L'Anspi promuove l’attività musicale negli oratori e circoli educando all’uso di tale linguaggio che consente di andare oltre una comunicazione didascalica, suscitando emozioni e presentando suggestioni che mettono in moto tutte le risorse della persona: ragione, istinto, emozioni.



Ogni persona ha in sé un homo musicus che lo spinge naturalmente ad armonizzarsi musicalmente: ascoltando, cantando, ballando, suonando. In tal modo ciascuno fa propri quegli elementi che rientrano poi inevitabilmente nel personale cammino formativo.

L'ANSPI intende creare le condizioni in grado di favorire questo percorso di sviluppo dell'identità. In particolare, promuove le attività rivolte a istituire circoli o centri di cultura musicale in tutte le regioni italiane, incoraggia la creatività di giovani talenti, valorizza iniziative ed esperienze musicali, vere e proprie occasioni di aggregazione di molti giovani oltre che momenti di vita culturale, favorisce manifestazioni a vari livelli, promuove corsi, laboratori e altre iniziative di formazione musicale che educhino gli animi.

Sono tanti i centri didattici musicali nati sotto l'ala protettrice dell'ANSPI, tanti i gruppi musicali in tutta Italia che hanno aderito a questo progetto, impegnandosi a diffondere e sostenere l'attività musicale. Dalle bande musicali ai cori di musica sacra e profana, dai complessi musicali ai cori folcloristici, dalle scuole di musica ai festivals della canzone oratoriana: sono tanti i percorsi e le dinamiche legate alla musica, tante le espressioni e le produzioni musicali, singole o corali, che gravitano nel mondo giovanile.
Piccoli cantori della Corale San Francesco da Paola di Bagnolo in Piano L'ANSPI guarda alla musica come uno strumento di educazione cristiana e culturale, sviluppando le capacità individuali e rispondendo al tempo stesso a un bisogno di relazioni che siano fondate su un comune sentire, su un comune lavoro, sul rispetto e sulla collaborazione con l'altro. Le finalità sono:

  1. Finalità educativa cristiana, sia nel senso stretto per quanto riguarda l'età evolutiva, in risposta alla qualità dei membri della comunità cristiana a tutte le età, sia nel significato più ampio dell'educazione permanente al servizio della comunità cristiana.
  2. Finalità associativa, sia per quanto riguarda la costruzione della comunità ecclesiale giovanile e non, sia nella capacità di esprimere la vitalità dei membri della medesima comunità cristiana.
  3. Finalità culturale cristiana per quanto riguarda il contenuto del messaggio musicale secondo la visione cristiana dell'uomo immerso nel complesso della società civile attuale.
  4. Finalità di presenza, soprattutto nel mondo giovanile, nell'attuale risveglio canoro, facendo gustare le opere musicali di tutti i tempi.

Articoli Correlati

Online

Abbiamo 272 visitatori e un utente online

Statistiche dal 2013

Utenti
1237
Articoli
422
Visite agli articoli
15190637